lunedì 26 settembre 2016

Buone notizie

Franco Romanò ha condiviso un link.
1 h ·
A Pescara è stata inaugurata all’ospedale Santo Spirito la Cell factory, un laboratorio di manipolazione cellulare criobiologica che curerà i tumori senza chemio, ma con…
newsitalys.com

Una curiosa inchiesta

Franco Romanò ha condiviso un link.
1 h ·
I bambini educati all'ateismo sarebbero più generosi e altruisti rispetti a quelli cresciuti seguendo i dettami della religione, di qualunque credo si tratti. A dare questa lettura una studio p
huffingtonpost.it

domenica 25 settembre 2016

Da Nova rubedo

recensione di Neil Novello a Il fine del mondo (Ladolfi, 2016) di Giancarlo Micheli pubblicata in Rivista di Studi Italiani (Anno XXXIV n.2, Agosto 2016)


articolo di Giancarlo Micheli
pubblicato in Il Ponte – rivista di politica economia e cultura fondata da Piero Calamandrei (Anno LXXII n.7, Luglio 2016)


recensione di Daniele Luti a Elegia provinciale (Baroni, 2007; Fratini, 2013) di Giancarlo Micheli
pubblicata in Alleo discovering contemporary cultures (Giugno 2008)


recensione a Il fine del mondo (Ladolfi, Borgomanero 2016) di Giancarlo Micheli
a cura di Luciano Nanni
pubblicata in Literary n.3/2016

sabato 24 settembre 2016

Le nuove proposte di Che fare


Image
Gli articoli dell'Almanacco di cheFare,
i nostri prossimi appuntamenti a Mantova per #Fattidicultura e il concorso di idee Jazzi,
che mette in palio 30.000 euro
Concorso Jazzi
L'Associazione Jazzi mette in palio 30.000 euro per i 3 migliori progetti dedicati alla rigenerazione degli Jazzi del Cilento, dei sentieri e dei percorsi che li uniscono e a un nuovo modo di abitare la notte.
Il concorso è aperto a tutti e i progetti devono essere presentati entro l'11 ottobre 2016.
L'internet che ci piace con i suoi contenuti liberi
Image
900 videogiochi classici con cui giocare gratis 
Image
135 ebook di filosofia da scaricare gratis
In questi giorni si è acceso un dibattito sulle
pagine del nostro Almanacco: 
Cosa vuol dire Innovazione sociale? È davvero possibile?

Image
Innovazione sociale o solo attivazione individuale?
"Una ricca letteratura ha messo in evidenza i limiti e le opportunità dell’innovazione sociale[...]. Oggi è un termine utilizzato in un modo piuttosto ambiguo e retorico (oltre che perfettamente depoliticizzato) che ne ha fatto una sorta di feticcio."
Image
Sacro Graal o tofu: i non detti dell’innovazione
"L'innovazione sociale è come il tofu: insapore, sta bene con tutto: il dolce e il salato. Una definizione certa non esiste: è come la ricerca del Sacro Graal. Coloro che pensano di averlo trovato ne danno, immancabilmente, definizioni diverse." 
Una selezione degli articoli più importanti che abbiamo pubblicato a partire da settembre.
Economia sociale, migrazioni, l'innovazione vista attraverso lo sguardo di Adriano Olivetti e un estratto dall'ultimo libro di Aldo Bonomi. 
Image
Economia sociale: chi guida il processo?
Paolo Venturi e Flaviano Zandonai sui numerosi attori dell'economia sociale Leggi ›
Image
Ezio Manzini: idee e pratiche per una società cosmopolita
Migrazioni: una società cosmopolita è possibile, occorre progettarla Leggi ›
Image
Adriano Olivetti: Fare innovazione
Le parole con cui Olivetti presentò il calcolatore Elea 9003 nel 1959  Leggi ›
Image
Scartare di lato, la società circolare
Dalle classi sociali alle comunità di destino. Da La società circolare di Aldo Bonomi   Leggi ›
Il 30 settembre e il 1° ottobre cheFare partecipa a #Fattidicultura.
Quale rigenerazione urbana è utile e auspicabile? Di quale tipo di città parliamo? Quale deve essere l’intervento pubblico? E quale quello artistico?
Queste le domande da cui partiremo.  
Image
Ricevi questa email perché ti sei iscritto alla newsletter di cheFare.
Se non vuoi più ricevere le nostre mail, clicca qui.
Image
Facebook

venerdì 23 settembre 2016

Premio letterario Nabokov

Premio Nabokov - Opere edite e inedite www.premionabokov.com
Un premio letterario deve premiare la scrittura; la ricerca incessante e il lumicino dell'arte letteraria. Proseguire nel cammino dello studio degli stili e osservare la crescita degli scrittori e delle scrittrici. Cercare il "bello", ma anche il contenuto e innamorarsi dei libri.
Ecco cosa è il Premio Letterario Nabokov: un gesto d'amore nei confronti dei libri fatto da persone che i libri li amano e con i quali lavorano ogni giorno.
Diventato ormai un punto di riferimento per la scrittura in ombra, il Nabokov ha ormai stabilito un rapporto privilegiato con i lettori. Quello che viene premiato, in buona sostanza, diventa qualcosa che, fuori da ogni logica di palazzo o di potere, è "buono". Che è da leggere e condividere.
Dunque il Nabokov si muove tra il "bello e il buono" e per questo ogni anno centinaia di persone si misurano con questo premio letterario.