giovedì 30 maggio 2019

Da Robadadonne.it

Informazioni su questo sito web
ROBADADONNE.IT
La storia di Ipazia, la più celebre matematica, astronoma e filosofa dell'antichità: fu uccisa 1600 anni fa da un gruppo di fanatici cristiani

martedì 28 maggio 2019


Reggio Calabria, 26/05/2019

In occasione dell’iniziativa Maggio dei libri a cura dell’ Associazione Anassilaos, si terrà Martedì 28 maggio alle ore 17:30 presso la sede di SPAZIO OPEN sito in via Filippini 23, la presentazione del volume L’indicibile sottratto al nulla  a cura di Eva Gerace (Città del Sole Edizioni).
Questo libro parla di un viaggio mosso da un inspiegabile desiderio di essere e fare con la lingua, di un progetto che nasce nel Caribe Colombiano, passa attraverso l’Argentina ed il Brasile per poi approdare in Italia, radunando  nel suo cammino i contributi di poeti, musicologi, antropologi, letterati e psicoanalisti; di Poesia e di Psicoanalisi si parla, di due sponde al femminile che richiamano un connubio antico come la notte dei tempi, entrambe gravide di non-tutto e generatrici di significati: la poesia è “colei che dà alla luce”, e la lettera per riprendere le parole di Lacan, è come la pioggia che cadendo sulla terra produce un’ erosione e disegna delle tracce, segna impronte singolari … la lettera produce un’ incisione significante.  
Ed è proprio nell’incontro delle singolari unicità che è possibile visualizzare in modo nitido l’ unione di poesia e psicoanalisi, la scrittura semplice, immediata, ma anche tecnica del testo ci riporta al significato più immediato dell’analisi e se vogliamo della cura, all’attenzione dell’analista verso l’allusione, intesa nel significato letterale del termine che ne da Lacan Ad-ludere, giocare vicino, intorno, collocarsi a una distanza altra; la possibilità quindi non senza difficoltà e sofferenza, di scorgere dietro il detto, il non-detto e il non- tutto, di permettersi di pronunciare l’indicibile, di leggere e leggersi nella profondità del silenzio che abita ciascuno di noi, di rischiarire le ombre dei significati inespressi, di ammutolire quel godimento pulsionale (posizione capitalista che si illude di avere tutto, di essere un tutto) che non permette di differenziarsi l’Uno dall’altro,  per dar voce al desiderio che soggettivizza, che richiama il non-tutto-è (posizione desiderante) che guida e orienta sulla strada della libertà.
Emergerà infine dalle pagine del libro la necessità di ri-concepire la visione di una femminilità non più intesa come guardiana del godimento, come oggetto di possessione e di identificazione ma portatrice di una domanda di mancanza la cui risposta sta proprio nell’ essere divisa, differenziata come possibilità di amare e desiderare e forse, si spera, di arginare i dilaganti fenomeni di violenza, di rifiuto, di isolamento e di negazione dell’ Alterità, legati all’inaccettabilità che si mostri, la donna, non tutta (per l’uomo).
Del resto l’amore è poesia, è il non-tutto del linguaggio, la parola che costeggia il vuoto, la sovversione del soggetto che attraversa le parole dell’Altro e inventa la propria enunciazione.
Appuntamento con L’indicibile sottratto al nulla,  martedì 28 maggio ore 17:30, dialogherà con l’autore Maria Cucinotta, psicoanalista

Maria Laura Falduto, Psicologa

giovedì 23 maggio 2019

L'ultimo numero di doppiozero


giovedì 16 maggio 2019

L'indicibile sottratto al nulla

Di Poesia e Di Psicoanalisi continua nel Maggio dei libri e con Montale quando... fu il nostro incontro come un ritrovarci dopo lunghi anni di straniato errare, e in un attimo il guindolo del Tempo...

lunedì 13 maggio 2019

Maggio con le Nina's Drag Queens



Cari Amici,

a voi la scelta: struggimento d'amore o racconto epico della fine di una civiltà?
Se non sapete decidervi (o non conoscete la differenza), venite ad entrambe le serate:
il 25 maggio torna il nostro amato monologo Vedi alla Voce Alma 
e il 30 e 31 maggio si chiude - sobriamente - il laboratorio avanzato Nina's nientemeno che con ILIADA!...


Vi aspettiamo!
Il mito, la poesia, la guerra, le dee, gli aedi, il sangue, l'onore, il destino, la morte...  e i tacchi a spillo!

Troia è cenere. Sulla spiaggia, davanti ai resti fumanti della città, le derelitte troiane scampate al massacro, in un limbo fra il passato glorioso appena svanito e il futuro da serve che le attende, si chiedono: "Come siamo arrivate a questo punto?“
Novelle cantore, le allieve del corso avanzato “Cantami, o Diva!” si sfideranno, fra versi di Omero e Dalida, fra cori di Euripide e Anna Oxa, alla conquista della “verità” e dell'immortale Gloria (Gaynor), chiamate dalle implacabili Maestre Nina's a sciogliere un altro enigma, non meno complicato del primo: è possibile accostare l'Epica classica all'universo Drag Queen?

Vi aspettiamo sotto le mura di Troia!

ILIADA epica Drag Queen sulle rovine di Troia 
giovedì 30 e venerdì 31 Maggio h 21.15
biglietti € 10
Teatro FontanaVia Boltraffio 21, Milano
+39 02 6901 5733 biglietteria@teatrofontana.it
Le avventure, vissute o immaginate, di una massaia che sognava di essere una musa, di una musa che diventò una bambola, e degli uomini che hanno provato a catturare il loro cuore.
Per chi l'ha visto, per chi non c'era, e per chi quel giorno lì inseguiva una sua chimera...

Per chi presenta la tessera Sorellanza uno sconto speciale!

VEDI ALLA VOCE ALMA
sabato 25 Maggio h 21 
Biglietti € 8 | € 5
MANIFATTURA K
Piazza della resistenza / Corso Europa
Pessano con Bornago (MI)
 info@manifatturak.it
 www.manifatturak.it

Buona memoria

LUD Libera Università delle donne
15 h
Il 12 Maggio è stata indetta la “Giornata internazionale delle donne matematiche” in onore a Maryam Mirzakhani (1977-2017), la prima ed unica donna vincitrice della Medaglia Fields, nata proprio in questo giorno e deceduta a soli 40 anni. Laureata a Teheran, ha ottenuto il dottorato negli USA dove ha ottenuto una cattedra alla Stanford University dal 2008. Ha dato importanti contributi alle geometrie euclidee.
Più di 100 venti in tutto il mondo ricorderanno le grandi matematiche.
Domani lo farà anche il convegno “ Faces of Geometry. From Agnesi to Mirzakhani. Il contributo scientifico delle donne e lo studio della geometria al Politecnico di Milano”.