giovedì 17 settembre 2020

L'ULTIMO NUMERO DI DOPPIOZERO

 

doppiozero
 

la newsletter di doppiozero · 15 settembre 2020

 

Sono ricominciate le scuole! Rocco Ronchi suggerisce di accogliere questa incertezza come un'opportunità: dobbiamo adattare la scuola esistente alle condizioni restrittive imposte dal Covid oppure inventare una nuova scuola, sfruttando l’occasione offertaci dal Covid? Alessandro Carrera e il diario dagli Stati Uniti in attesa delle elezioni: perché, si domanda, un uomo così privo di empatia come Donald Trump suscita grande felicità tra i suoi sostenitori? È davvero soltanto la Borsa il nodo? O, piuttosto, la rimozione sociale del lutto, e lo scatenamento della sociopatia collettiva che ne consegue? Maria Luisa Ghianda traccia un commosso ritratto di Cini Boeri: all'età di novantasei anni, questa donna eccezionale e generosa, maestra dell'architettura e del design ci ha lasciato: nei suoi luoghi splendidi natura e architettura si fondono in un'osmosi che somiglia a quella del respiro. Infine vi ricordiamo che a Novara questo fine settimana - dal 18 al 20 settembre - torna il nostro Festival dedicato ai bambini, Scarabocchi! Simone Ghiaroni scrive di scarabocchi e arcobaleni. Il festival è laboratori in presenza e appuntamenti on-line, e il programma lo trovate qui

 

Buona lettura!

 

Se continuiamo a tenere vivo questo spazio è grazie a te. Anche un solo euro per noi significa molto. Torna presto a leggerci e SOSTIENI DOPPIOZERO.

Image

Rocco Ronchi

Siccome mi rivolgo agli insegnanti, alla vigilia di un anno scolastico che sarà tra i più difficili e incerti, mi preme innanzitutto chiarire che cosa ci accomuna tutti in quanto insegnanti. Ciò che condividiamo è una “pratica”: l’insegnamento. Ciò che, in quanto insegnanti, sappiamo del nostro mestiere, sebbene esitiamo talvolta a confessarlo pubblicamente, è che la nostra pratica non si definisce a partire dai suoi contenuti (se non derivatamente) e che non si risolve nella trasmissione degli stessi “alla più alta velocità consentita dal canale” (se non derivatamente). »

Image

Alessandro Carrera

 

Si dice che poco prima che il Titanic si scontrasse con l'iceberg ci sia stata un’interessante conversazione sul ponte di prima classe, riportata poi anche ai ponti inferiori e fin giù nella sala macchine. Il capitano, si diceva, non crede all'esistenza degli iceberg. La notizia aveva generato un’ondata di entusiasmo. Finalmente, dicevano su in prima classe, un capitano che dice le cose come stanno, che è dalla nostra parte, e che sa benissimo che gli iceberg sono un'invenzione della compagnia navale concorrente, delle potenze straniere che non vogliono farci arrivare in America, dei socialisti che vorrebbero abolire la prima classe e mandarci tutti giù nelle camerate con i letti a castello ad affogare di caldo e di fumo insieme a quei disgraziati rancorosi che ci odiano perché non sono come noi e non lo saranno mai. »

Image

Maria Luisa Ghianda

 

Che nei suoi interventi architettonici Cini Boeri (1924 - 2020) abbia sempre manifestato un elevato rispetto per l'ambiente naturale in cui essi si inserivano è un dato incontrovertibile. Sarà da lei che suo figlio Stefano, archistar internazionale, noto per i suoi giardini verticali, lo avrà mutuato? È molto probabile, cresciuto come è nei luoghi splendidi progettati dalla madre, dove natura e architettura si fondono in un'osmosi che somiglia a quella del respiro. »

Image

Simone Ghiaroni

Già due settimane prima del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri che ha istituito la “Grande serrata”, il lockdown, le scuole erano state chiuse e le attività formative sospese. I bambini e i ragazzi avevano perso, ormai da tempo, la frequentazione con l’istituzione che più di ogni altra scandisce l’incedere della loro vita, ordina le loro attività, fornisce un contesto di socializzazione fuori dall’ambito famigliare. »

Nessun commento: